Web Marketing

Differenze tra Universal Analytics e GA4

ga4_2

I dati sono il petrolio del terzo millennio. Non sappiamo chi abbia pronunciato questa frase o se qualcuno l’abbia effettivamente pronunciata, ad ogni modo la riteniamo assolutamente vera e la sottoscriviamo.

Nell’epoca dell’infosfera i dati sono tutto. A patto, però, che si sappia raccoglierli attraverso un’opera di tracciamento ben fatta e adeguata alle esigenze.

Senza ombra di dubbio Google Analytics rappresenta lo strumento di tracking online più diffuso e potente al mondo e in particolare la versione Universal Analytics si può dire che in questi anni ha segnato un’epoca nel campo del tracciamento dati.

Da qualche settimana su questo fronte è in atto un altro cambiamento epocale: Google infatti ha rilasciato una nuovissima versione di Analytics chiamata GA4 (Google Analytics 4) che andà poco alla volta a prendere il posto di UA.

Ci siamo chiesti allora, quali sono le differenze tra UA e GA4? E vale la pena fare subito lo switch dalla vecchia versione a quella nuova?

Ce lo siamo chiesti e abbiamo provato anche a rispondere…

 

3 nuove feature in GA4

Tre sono le principali caratteristiche/funzionalità/elementi che distinguono GA4 dal vecchio Universal Analytics:

ga4Modalità di tracciamento

Se Universal Analytics basava il tracking degli utenti sulle sessioni, GA4 lo fa tramite gli eventi. Questo significa in buona sostanza che il nuovo algoritmo è in grado di tracciare tutti i singoli eventi compiuti dall’utente su un sito web o su un app. Il focus di fatto si sposta dalla permanenza all’interno del sistema a ciò che effettivamente l’utente compie nel sistema.

Reportistica

GA4 semplifica enormemente la reportistica di primo livello con report integrati, lasciando poi all’utente la possibilità di creare report più specifici e più dettagliati attraverso l’Analysis Tab. Questo ha un vantaggio enorme in termini di usabilità del sistema e semplifica la ricerca e la valutazione ottimale dei dati raccolti.

Unica proprietà

Forse la differenza più grande tra UA e GA4 sta nella possibilità di configurare in un’unica proprietà il tracking sia del sito web che dell’app mobile. Un unico codice di monitoraggio tramite cui reperire i dati dalle diverse piattaforme in uso.

 

È ora di passare a GA4

Queste le differenze. Ma a questo punto viene naturale da chiedersi: è questo il momento giusto per passare da UA e GA4?

Ni…

Spieghiamoci meglio. Sicuramente GA4 offre un ambiente di lavoro migliore e funzionalità più avanzate rispetto a UA, ma questi non sono gli unici aspetti da considerare in questo momento.

GA4 infatti è ancora alla prima versione e sicuramente nei prossimi mesi saranno rilasciati ulteriori aggiornamenti che permetteranno un switch più agevole.

Tenete per buono questo criterio generale: se state già tracciando solo il sito web potete per il momento continuare ad utilizzare UA in attesa dei futuri update di GA4; se invece state monitorando una app mobile allora lo switch è opportuno; ugualmente se state iniziando adesso un nuovo progetto allora passate direttamente a GA4.

Per il resto come ogni tool anche questo va studiato e testato prima di comprenderne a fondo dinamiche e funzionalità. A voi.

Ti potrebbero interessare