News

Tecniche SEO 2016 per l’indicizzazione di blog e siti web

tecniche SEO

Già da qualche anno assistiamo ad accese discussioni tra gli esperti del settore (e non solo, purtroppo) sulla reale efficacia delle tecniche SEO per l’indicizzazione di blog e siti web. Ha ancora senso oggi applicare queste tecniche? Sono ancora valide ed efficaci? È davvero utile investire tempo nell’ottimizzazione meticolosa dei contenuti? O piuttosto è preferibile pianificare una campagna di marketing in grado di garantire risultati certi anche nel breve periodo? Noi riteniamo che le tecniche SEO non siano inutili, come molti erroneamente sostengono, ma che debbano essere costantemente aggiornate e adattate al mutante contesto tecnologico e sociale in cui ci si trova ad operare. Per questo motivo ci permettiamo di indicarvi alcune buone pratiche di cui tener conto nel 2016.

9 tecniche SEO per il 2016

tecniche SEO
 

  1. Per prima cosa è fondamentale produrre contenuti nuovi e aggiornare quelli già esistenti. In questo modo sia gli utenti che gli spider di Google avranno la percezione che il vostro blog o sito web è sempre vivo e al passo con i tempi. Regola: dare le informazioni che i lettori chiedono.
  2. Dal punto di vista delle tecniche SEO, il ruolo dei social media nel 2016 sarà ancora maggiore rispetto al recente passato. Lasciate perdere i social “morti” (Google Plus ad esempio) e concentratevi su quelli che catturano l’attenzione degli utenti e animano le discussioni (Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest).
  3. Che valore hanno oggi le keyword? Sono realmente efficaci? Sicuramente sì, ma vanno usate tenendo conto di alcuni importanti accorgimenti: non devono essere troppo generiche; devono essere inserite all’interno dei contenuti in modo naturale e non forzato; e non bisogna esagerare con la “densità”.
  4. La lunghezza e la completezza di un testo è indispensabile per far sì che sia ben indicizzato dai motori di ricerca. Quindi non siate troppo sintetici, esprimete i vostri concetti compiutamente in modo da creare maggior interesse e da catturare l’attenzione degli spider.
  5. Le tecniche SEO vanno utilizzate per l’ottimizzazione di tutto il sito web (o blog) e non solo per piccole porzioni di contenuti.
  6. Anche la struttura degli URL è importante, ecco alcune buone regole da osservare: le parole devono essere separate dal trattino; la lunghezza non deve superare i 100 caratteri; creare al massimo 3 sotto-cartelle (meglio se 2); per gli ecommerce è opportuno indicare il numero identificativo dei prodotti (gli ID).
  7. Le tecniche SEO non sono rivolte solamente a “compiacere” gli spider di Google, ma agiscono anche sulla psicologia degli utenti. Da questo punto di vista un titolo accattivante rappresenta una delle armi di indicizzazione più potenti.
  8. Non solo i titoli, anche la struttura e l’impaginazione dei testi sono fondamentali: la suddivisione logica in paragrafi e sotto-paragrafi aiuta la lettura e per questo è ben vista anche dai motori di ricerca.
  9. Infine fate attenzione ai tag alt text delle immagini: devono sempre essere indicati senza tuttavia forzare l’inserimento delle keyword e soprattutto facendo in modo che ci sia corrispondenza con il contenuto dell’immagine stessa.

Ti potrebbero interessare