Sviluppo Web

Buone pratiche per lo sviluppo di un sito web multilingua

sito web multilingua

Oggigiorno la realizzazione di un buon sito web multilingua è considerata indispensabile per tutti quei business che aspirano ad ottenere successo ben oltre i confini nazionali. Come ben sappiamo, infatti, le tecnologie web danno la possibilità sia a nuove start up che a “vecchie” multinazionale di sfruttare la pervasività della Rete per raggiungere potenzialmente in ogni parte del mondo. In questo articolo cercheremo di verificare in maniera sintetica quali siano le migliori pratiche realizzative per la creazione di siti multilingua e quali gli strumenti più idonei per farlo.

Usabilità e fruibilità di un sito web multilingua

Dal punto di vista meramente concettuale lo sviluppo di un sito web multilingua implica un importante cambiamento di prospettiva. Prima di agire infatti occorre riflettere sul modo in cui l’impostazione multilingua possa influenzare il design del vostro sito web aziendale e in particolare il suo livello di usabilità. Ogni elemento testuale, infatti, deve essere opportunamente tradotto e questo non può non avere ripercussioni sulla capacità delle tecnologie web di interfacciarsi con i singoli utenti. Dunque non si tratta semplicemente di una semplice traduzione testuale ma di un vero e proprio lavoro di “traslazione” da un modo pensare e utilizzare il web a un altro, secondo le peculiarità di ciascuna cultura.

Piccoli accorgimenti pratici per tradurre un sito web multilingua

Ad esempio tradurre un sito web nelle diverse lingue europee è un conto (l’alfabeto è lo stesso, la struttura della frase spesso è simile, così come la radice di molti idiomi lessicali); farlo in cinese, russo o giapponese si rivela essere completamente un’altra cosa. Alla luce di queste premesse, tuttavia, è possibile individuare alcune buone pratiche che possono essere adottate per lo sviluppo di siti web multilingua:

  • Innanzitutto è buona norma dal punto di vista dell’usabilità del sistema prevedere la possibilità di selezionare manualmente l’impostazione linguistica preferita dall’utente. Alcuni siti infatti reindirizzano automaticamente alla versione geolocalizzata riconosciuta dal browser; tuttavia se in quel momento mi trovo in Germania (tanto per fare un esempio) non è scontato che voglia navigare in lingua tedesca…
  • La possibilità di selezionare l’impostazione linguistica preferita deve essere intuitiva, immediata e a portata di click. La visibilità e la fruibilità di ogni singola funzionalità prevista del sistema ne aumenta l’efficacia nel suo complesso.
  • La traduzione di un sito web multilingua non riguarda solo i testi presenti all’interno del sito stesso, ma anche tutte le comunicazioni fornite in seconda battuta all’utente come ad esempio nel caso dell’email di benvenuto inviata a seguito di un’iscrizione.
  • Un’altra importante funzionalità da implementare, che può apparire banale ma non è affatto scontata, è quella che permette di passare da una versione all’altra da qualsiasi punto del sito web ci si trovi in quel momento senza essere obbligatoriamente reindirizzati alla homepage.
  • Infine vi consigliamo di non utilizzare mai i servizi di traduzione automatica che non sono molto attendibili dal punto di vista linguistico e grammaticale. Una buona traduzione aiuta a comunicare con il pubblico in maniera più incisiva ed efficace.

sito web multilingua

Ti potrebbero interessare