Copywriting, Web Marketing

Usare la struttura narrativa nel content marketing per coinvolgere gli utenti

struttura narrativa marketing

Il racconto coinvolge, appassiona, fa riflettere, ispira, “prende”.

Sottoforma di libro, film o musica, la narrazione esercita da sempre un potere enorme sul pubblico.

Ne erano ben consapevoli già i copywriter americani degli anni ’60 (avete visto la serie Madmen, no?) che sfruttavano la struttura narrativa come modello su cui creare le loro campagne pubblicitarie.

Nell’epoca dei social media e del web conversazionale, il racconto ha ancora un grande potere.

Quello di catturare l’attenzione degli utenti e coinvolgerli in un viaggio che li condurrà alla risoluzione del loro “problema” o nel soddisfacimento del loro “bisogno”.

Le 6 fasi della classica struttura narrativa

struttura narrativa marketing

La classica struttura narrativa è formata da 6 fasi che il protagonista, ovvero l’utente, deve attraversare.

La prima fase è quella dello stato di partenza, cioè il mondo ordinario, dove tutto scorre senza problemi.

La seconda fase è quella dell’agente scatenante: nella quotidianità dell’utente interviene qualcosa (un’esigenza, un problema, un bisogno) che altera lo stato naturale del cose e scatena una reazione, cioè la ricerca di una soluzione.

La terza fase è appunto la ricerca della soluzione: l’utente raccoglie dati e informazioni su prodotti e servizi che possono risolvere il suo problema e li mette a confronto (concorrenza diretta e indiretta).

La quarta fase: l’utente sceglie, decide e acquista la soluzione al suo problema (conversione).

La quinta fase: è il ritorno a casa, dopo il viaggio, con la soluzione in mano.

La sesta e ultima fase: l’utente è contento e soddisfatto perchè ha risolto i suo problema e torna alla sua vita “normale”.

Utente coinvolto, cliente fidelizzato

Questa struttura narrativa funziona quasi sempre nel content marketing.

Gli esempi possono essere davvero tanti in tal senso.

Una campagna social, la struttura stessa di un funnel, una serie di newsletter oppure di video youtube o spot per la TV. Tutto può essere modellato sul racconto.

Un racconto in cui il protagonista è l’utente, potenziale cliente, e il brand è l’oggetto del desiderio, la soluzione ad ogni problema.

In questo modo l’utente si sente coinvolto, partecipando alla vita del brand e identificandosi in esso.

E un utente coinvolto è quasi certamente un cliente fidelizzato.

Ti potrebbero interessare