Web Design

Siti web per bambini: criteri e buone pratiche di realizzazione

siti per bambini

Creare siti web per bambini è completamente differente rispetto alla realizzazione di un normale sito Internet. A differenza degli adulti, infatti, i bambini non sono alla ricerca di informazioni, ma desiderano più che altro divertirsi e imparare attraverso giochi, video, puzzle e racconti di ogni sorta. Quali sono allora i criteri da seguire per progettare siti di questo tipo, destinati ad utenti in cerca di una gratificazione immediata? Per una volta dimenticate sobrietà e stile minimal. I siti web per bambini richiedono, infatti, l’implementazione di interfacce grafiche, per così dire, “esagerate”, immediate e facili da capire e al tempo stesso capaci di “emozionare”. In caso contrario i bambini non ci penseranno due volte e volgere la loro attenzione altrove.

Siti web per bambini di tutte le età

Il primo fattore da considerare nella realizzazione di siti web per bambini è sicuramente l’età. Durante i primi anni di vita, infatti, lo sviluppo del bambino è molto rapido e sono sufficienti pochi mesi perchè il suo mondo interiore cambi completamente dando vita a nuove aspettative e a nuove pulsioni emotive. Ad esempio nei siti web destinati a bambini tra i 3 e i 5 anni è fondamentale l’utilizzo di colori brillanti e accessi e di suoni nitidi e squillanti in quanto a quell’età la comunicazione tra infante e mondo esteriore avviene principalmente attraverso la stimolazione sensoriale. Nel caso di bambini tra i 6 e gli 8 anni, invece, le interfacce grafiche richiedono un livello di complessità maggiore: elementi grafici e immagini si sovrappongono, i personaggi rappresentati assumono sembianze tipcamente umane e iniziano a comparire le prime parole e i numeri semplici. Nei siti destinati ai bambini in età pre-adolescenziale, infine, tutto diventa graficamente più complesso soprattutto per quel che concerne le palette di colore.

Principali elementi estetici nei siti web per bambini

siti per bambini

Dal punto di vista estetico ci sono alcuni elementi che persistono nei siti web per bambini di tutte le età: l’uso di colori primari e secondari con tonalità brillanti e “accese”; personaggi positivi che creano un’atmosfera serena e spensierata; elementi familiari facilmente riconoscibili dal bambino e associabili alla propria sfera affettiva (genitori, animali domestici, ecc.); violazione sistematica (e auspicabile) delle strutture grafiche standard; utilizzo della profondità mediante prospettive e ombreggiature.

Funzionalità e usabilità dei siti web per bambini

Per quel che riguarda invece le funzionalità, nei siti web per bambini i sistemi di navigazione, le icone e le call-to-action devono essere graficamente semplici e intuitivi in modo da favorire l’usabilità completa e autonoma da parte del piccolo utente. Da questo punto di vista occorre tener conto anche delle ridotte capacità motorie del bambini che rendono assai difficile l’uso del mouse e anche lo scivolamento delle dita sugli schermi touchscreen. Discorso a parte merita la tipografia: utilizzare font sens serif e un unico colore per tutti i caratteri in grado di distinguersi con facilità rispetto allo sfondo; evitare effetti e dimensioni troppo piccole (14pt o al massimo 12pt).

Elementi interattivi nei siti web per bambini

Infine un breve cenno agli elementi contenutistici in grado di favorire l’interazione. Lo sviluppo di storie semplici e ben definite con personaggi facili da identificare consente al bambini di immedesimarsi nel racconto e di partecipare attivamente alla navigazione; in questo senso può essere di enorme aiuto anche l’implementazione di oggetti animati e suoni, nonché di video, giochi online e altre attività che possono indurre il bambino ad interagire con il “sistema”.

Ti potrebbero interessare