Web Marketing

SEO rapido: i 4 principali fattori di ottimizzazione per search engines

Vi ricordate quando, qualche anno fa, tra gli esperti web marketing iniziò a diffondersi la voce che la SEO era diventata inutile, che i social avrebbero completamente sostituito i motori di ricerca e che Google in particolare sarebbe ben presto andata in crisi? A distanza di pochi anni, possiamo constatare che niente di tutto ciò si è effettivamente verificato. Anzi, l’attività di ottimizzazione si è evoluta e ha rafforzato il proprio ruolo in relazione agli strumenti di marketing digitale. Per fare SEO rapido, oggi, è importante considerare almento 4 fattori. Vediamo qui di seguito quali sono esattamente.

Fare SEO rapido in quattro mosse

seo rapido
I link danno valore ai contenuti. Questo è un dato di fatto inopinabile, ancora oggi valido. Google, infatti, valuta positivamente quelle pagine web che vengono linkate da altri siti. Tuttavia se un tempo l’attività di link building era indipendente dalla qualità dei link stessi, oggi non è più così. L’algoritmo di indicizzazione è molto più preciso ed è in grado di determinare l’effettiva coerenza e rilevanza tra i contenuti linkati.

Link di qualità “chiedono” contenuti di qualità, è ovvio. Chi linkerebbe un contenuto che non ritiene di valore? Creare contenuti di qualità, tuttavia non è semplice. La prima cosa da fare è non pensare alla SEO, ma solo a ciò che si vuole comunicare ai propri lettori e chiedersi: sto offrendo davvero valore per qualcuno? Nel rispondere a questa domanda, tuttavia, non è sufficiente considerare solo il significato dei testi, ma anche elementi di design in grado di valorizzarlo come le immagini, la tipografia e l’impaginazione. Anche questi fattori fanno la differenza.

In questo piccolo vademecum di SEO rapido non poteva mancare un accenno alle keyword. Le chiavi di ricerca sono lo strumento attraverso cui gli utenti possono trovarci in Rete sfruttando gli algoritmi di Google (e delle altre search engine). Il loro utilizzo all’interno del testo deve essere naturale e “non forzato”, mentre è sempre bene inserirle all’interno di headings e title tag. Google apprezzerà.

Il livello di performance è un altro fattore in grado di incidere sul posizionamento di un contenuto in Rete. Per livello di performance si intendono le prestazioni tecniche del sito web come la velocità di caricamento, l’adattabilità a qualsiasi tipo di dispositivo e l’usabilità dell’interfaccia. Fare SEO significa dunque tenere innanzitutto in considerazione questi 4 elementi. Non dimenticatelo mai.

Ti potrebbero interessare