Web Design

Realizzare una landing page che funziona: il caso Basecamp

realizzare una landing page

La landing page è la pagina principale su cui atterra l’utente la prima volta che accede a un sito o a un’applicazione. Per questo motivo è fondamentale saper realizzare una landing page accurata in grado di coinvolgerlo e indirizzarlo correttamente verso i contenuti e i servizi per lui più significativi. In questo articolo abbiamo deciso di prendere in esame un esempio particolare di landing page, ovvero quello realizzato per Basecamp, noto project management tool in grado di aiutare imprese e liberi professionisti nella gestione dei loro progetti di lavoro. È davvero interessante cercare di comprendere i principi sui quali si fonda la creazione di una pagina di atterraggio!

Come realizzare una landing page coinvolgente e “vicina” all’utente

  • La prima cosa che balza all’occhio atterrando sulla landing page di Basecamp è lo stile semplice e pulito del design in cui spicca l’illustrazione realizzata a mano che appare in alto: nulla di particolarmente sconvolgente, ma la sensazione è quella di trovarsi subito a proprio agio, a casa. L’obiettivo appare chiaro dunque: ovvero quello di coinvolgere l’utente con uno stile diretto e quasi confidenziale.
  • In seconda battuta, scrollando leggermente verso il basso, l’attenzione viene catturata immediatamente dalla call-to-action nel riquadro blu in cui appare la scritta “Use Basecamp free for 2 months – it’s on us”. Lo scopo è quello di rendere subito evidente uno dei benefici derivanti dall’iscrizione alla piattaforma: per i primi due mesi di prova il servizio è completamente gratuito e questo inevitabilmente esercita un certo appeal soprattutto tra i liberi professionisti.
  • Realizzare una landing page coinvolgente significa cercare di creare confidenzialità con l’utente. Scorrendo più in basso ci si imbatte in una sorta di dialogo immaginario tra l’utente e il team di Basecamp in cui quest’ultimo spiega in parole semplici i principali vantaggi derivanti dall’uso del servizio. Si tratta di un modo sicuramente più accativante per realizzare una piccola sezione FAQ.
  • Scendendo leggermente ancora più in basso e vediamo apparire alcuni contenuti testuali che mettono in evidenza altri benefici per l’utente: la frase “On the Mac, PC, iPhone/iPad, Android and via email” mette in risalto la facilità con cui è possibile interagire con l’applicazione utilizzando qualsiasi tipo di dispositivo; la scritta “No IT Department required” mette in luce la semplicità d’uso del tool anche per coloro che non possiedono specifiche conoscenze tecnologiche; la domanda “Can I see how other people use Basecamp”? Vi introduce all’osservazione di alcuni casi di successo, realtà aziendali potenzialmente simili alla vostra che hanno ricavato evidenti benefici dall’utilizzo di Basecamp.

È evidente da queste semplici osservazioni che per realizzare una landing page di successo occorre mettere in atto una serie di strategie volte ad evidenziare tutti i vantaggi di cui l’utente può beneficiare utilizzando l’applicazione.

Ti potrebbero interessare