Grafica e Design

Realizzare manifesti pubblicitari: 7 trucchi del mestiere

manifesti pubblicitari

Sebbene le tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione abbiano ormai da diversi anni monopolizzato il mondo del marketing, la realizzazione di manifesti pubblicitari rappresenta ancora oggi una pratica piuttosto diffusa e consolidata attraverso la quale i graphic designer hanno la possibilità di mettere in evidenza le proprie capacità creative. La creazione di poster o manifesti presuppone, tuttavia, anche la conoscenza di determinate tecniche realizzative che si traducono molto spesso in piccoli “trucchi del mestiere” che ci proponiamo di illustrarvi in modo sintetico in questo articolo portando alla vostra attenzione anche alcuni casi esemplificativi.

7 modi per creare manifesti pubblicitari efficaci

Semplificazione
Un design semplice è un buon design: quanto spesso sentiamo ripeterci questa frase? In effetti come abbiamo più volte messo in evidenza nei nostri post la pratica di ridurre, semplificare, minimizzare di solito aiuta anche nella realizzazione di manifesti pubblicitari in cui il messaggio deve arrivare chiaro e diretto. Il poster realizzato per promuovere il museo del Guggenheim è quanto di più minimal si possa immaginare…
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Immagini
La maggior parte dei poster utilizza le immagini per veicolare il proprio messaggio. Talvolta queste immagini appaiono nell’atto di essere bruciate, macchiate o strappate e questo può essere un ottimo trucco per esaltarne il lato materiale e quindi anche la forza comunicativa.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Giocare con le dimensioni
Molto spesso la manipolazione delle scale di grandezza può essere molto efficace dal punto di vista comunicativo e in questo senso la realizzazione di manifesti pubblicitari può trarre una notevole ispirazione dall’uso creativo delle proporzioni.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sovrapposizioni
La sovrapposizione di testi e piani grafici consente ai graphic designer con la percezione della profondità dal parte del pubblico. Anche in questo modo è possibile dar vita a precisi significati simbolici.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sopraffazione
Gli anni ’60 e il mondo della psichedelia in genere hanno rappresentato una grande fonte di ispirazione per molti graphic designer delle epoche successive. Ancora oggi è in voga nell’ambito della comunicazione grafica l’idea di “sopraffare” l’occhio del pubblico con combinazioni audaci di forme, colori e creazioni tipografiche.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Significati doppi o nascosti
La realizzazione di manifesti pubblicitari creativi e originali si concretizza spesso nell’elaborazione grafica di allusioni e significati nascosti che penetrano nel subconscio dell’osservatore.
 
manifesti pubblicitari
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Occhi penetranti
L’occhio ha sempre rappresentato un elemento grafico di grande fascino per il pubblico. Uno sguardo intenso e penetrante cattura l’attenzione dello spettatore come pochi.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ti potrebbero interessare