Guide Clienti

Quanto costa realizzare una applicazione mobile

quanto costa realizzare una applicazione mobile

Una delle domande più difficili (ma tra le più diffuse) da quando esistono le mobile app è proprio questa: quanto costa realizzare una applicazione mobile?
Su Starbytes abbiamo visto contest e job per la creazione di loghi, la realizzazione di web template e lo sviluppo di siti internet e, per quanto difficile dare una risposta unica, si riesce sempre a stimare queste lavorazioni. Anche nel caso dei siti internet abbiamo provato a “dare i numeri” ovvero delle indicazioni sui costi per realizzare un sito internet. Ma le stesse difficoltà che si incontrano per rispondere in maniera puntuale ai preventivi sui siti web ci sono per le mobile app. Anzi, forse rispondere a questa domanda (in modo esaustivo) è ancora più difficile.

Perchè è difficile rispondere alla domanda “quanto costa realizzare una applicazione mobile”?

La difficoltà sta nel fatto che ci sono moltissime variabili che possono determinare il costo di una applicazione mobile. Un esempio? Il tipo di dispositivo. Si tratta di dispotivi Android, iOS, entrambi? Serve una versione ottimizzata solo per smartphone o anche per tablet? Già questi sono punti che possono far raddoppiare i costi.
In quante lingue deve essere fatta l’app? Deve essere fatta una sola versione o più versioni (es. lite e full)?

Potremmo continuare con l’elenco ma questa premessa è doverosa per dimostrare che a volte è davvero “impossibile” rispondere a questa domanda senza fornire maggiori dettagli.

Le difficoltà nel chiedere i preventivi

Con le mobile app c’è sempre il timore di svelare troppo. Si può avere l’idea dell’app, pensare che sia quella giusta ma non avere le competenze per realizzare la mobile app. Così, per timore, non se ne parla con nessuno oppure si chiede solo a qualche “povero” sviluppatore di rispondere (in maniera completa ovviamente) e dire nel dettaglio quanto costa realizzare una applicazione mobile, e poi magari “ti dico il resto“.

Vorremmo sfatare alcuni miti in proposito.
1) Non tutti gli sviluppatori se ne stanno con le mani in mano ad aspettare te
Chiedere un preventivo vuol dire svelare anche solo parte del progetto, ma per quanto l’app possa rappresentare l’idea del secolo difficilmente uno sviluppatore investirà tempo e soldi per realizzare in proprio l’idea appresa durante la prima fase conoscitiva. Se si hanno questi dubbi è possibile far firmare un documento di riservatezza oppure scegliere il progetto “riservato” su Starbytes quando si pubblica un job. Così il progetto non non sarà indicizzato dai motori di ricerca e solo gli utenti registrati su Starbytes potranno accedere alle informazioni inserite e inviare offerte. Anche se il più delle volte il rischio vero è quello di tenere segretissima l’idea di un’applicazione… che esiste già. Quindi è opportuno controllare sugli store e su internet la presenza di altre app simili e di non avere troppi dubbi a chiedere preventivi se si è convinti che l’idea è buona.

2) Non è necessario raccontare tutto tutto
Ci sono diversi livelli di dettaglio che vanno dal chiedere quanto costa realizzare una applicazione mobile senza aggiungere altro e fornire un documento di 50 pagine con tutti i flussi e il modello di business che si è pensato per la mobile app. Per richiedere un preventivo è ovviamente necessario fornire dei dati, ma è possibile farlo descrivendo delle “macrofunzioni” proprie dell’app che permettono di ottenere una prima stima e un ordine di grandezza. Ovviamente tutti i dettagli potranno essere forniti prima di assegnare il lavoro, magari dopo diversi confronti/incontri con lo sviluppatore. Così da poter ottenere la conferma del preventivo e iniziare le lavorazioni in tranquillità.

Un esempio? La mia app deve “mettere in contatto diversi utenti” e prevedere le seguenti funzionalità:
– login e gestione profilo utenti
– funzione di geolocalizzazione
– possibilità di inviare messaggi
– funzioni di ricerca in base agli utenti iscritti
– …
Queste sono macro funzioni generiche che permettono di “iniziare il dialogo” con lo sviluppatore. Sfidiamo chiunque a “rubare” questa idea visto che si tratta di funzionalità proprie di centinaia di mobile app.

3) Non è possibile dire niente niente
Questo si ricollega ai punti precedenti. Va bene mantenere la riservatezza ma sarebbe sempre opportuno preparare un minimo di documento di specifiche (anche non tecniche) per descrivere a grandi linee le funzionalità e le aspettative che si hanno dalla mobile app. Mettere per scritto i flussi può aiutare anche l’ideatore a capire eventuali punti deboli della mobile app. Pubblicando un job per la realizzazione di una mobile app si viene aiutati e guidati da alcuni campi per la stesura del brief.

4) Per andare online ci vogliono anni
Anche no. Dipende, e non solo dallo sviluppatore. La fase di pubblicazione sugli store coincide con il lancio dell’app e non sempre è necessario attendere anni, anche perchè è possibile fare più rilasci dell’app. Quindi il suggerimento (anche per un discorso di costi) è quello di iniziare ad andare online con una versione base e funzionante dell’app per poi fare nuovi rilasci, magari in base ai feedback ricevuti dai reali utilizzatori.

5) L’app è online ora aspetto di fare soldi
Non funziona proprio così. Una volta che l’app è sullo store occorre promuoverla. Uno strumento necessario (ed è anche il più banale) è il sito web. Questo rimane uno dei punti fondamentali: il sito internet che presenta la mobile app è ormai d’obbligo e si presta a diverse funzioni descritte qui. Ovviamente ci sono altre forme di promozione dell’app di cui parleremo più avanti.

Quanto costa realizzare una applicazione mobile

Abbiamo descritto in passato come ottenere decide di preventivi per la realizzazione di una applicazione mobile e abbiamo fornito anche delle linee guida per l’importante fase di realizzazione grafica. Oggi il compito è più arduo e vediamo di dare qualche ordine di grandezza minimo sulla base anche dei preventivi visti su Starbytes. I prezzi medi minimi si aggirano nell’ordine di circa 3.000-5.000 euro per un singolo dispositivo (es. Android) con la grafica fornita dal cliente e con funzionalità basilari. Non c’è un limite massimo perchè dipende dalla complessità dell’app, dalle funzionalità richieste ecc… A questo punto il modo per valutare diverse offerte è quello di aprire un job su Starbytes.

Buona app

quanto costa realizzare una applicazione mobile

Ti potrebbero interessare