Sviluppo Web, Web Design

Perché utilizzare un responsive design framework? E soprattutto, quale?

responsive design framework foundation

Cari lettori e frequentatori del nostro blog, sviluppatori e web designer iscritti alla nostra piattaforma, quest’oggi vorremmo parlarvi di responsive design framework, ovvero di insiemi di strumenti e ambienti per lo sviluppo di applicazioni e siti per il web su dispositivi mobile. Forse la maggior parte di voi avrà già sentito parlare di Bootstrap, il più popolare tra questi sistemi, che grazie a modelli HTML e CSS permette di realizzare le diverse componenti di un’interfaccia grafica per dispositivi mobile. Ma ovviamente non esiste solo Bootstrap! Ce ne sono a decine di framework simili ma che si differenziano tra loro per alcune specifiche peculiarità. Vediamo quali.

I 3 principali responsive design framework a confronto

responsive design framework bootstrap

Abbiamo quindi pensato di mettere a confronto le caratteristiche dei tre principali responsive design framework attualmente in uso ovvero Bootstrap, Foundation e GetUIkit. Per quel che riguarda le caratteristiche di background, ad esempio, ci sono notevoli differenze: Foundation è estremamente esigente nell’utilizzo del suo workflow, soprattutto se si desidera lavorare con i file SCSS; e purtroppo non offre un’ampia scelta di strumenti; Bootstrap al contrario è molto meno esigente anche nell’utilizzo dei suoi file SCSS. Foundation offre la possibilità di scaricare solo alcuni elementi del pacchetto mentre GetUIkit e Bootstrap obbligano a fare il download di tutto lo zip.

Alcune caratteristiche comuni e differenzianti tra i principali responsive design framework

responsive design framework Uikit

Ognuno di questi responsive design framework è dotato ovviamente di un sistema di griglia. I sistemi di griglia di Bootstrap e Foundation includono più punti di interruzione, griglie a nido e offset. I valori esatti di breakpoint variano, ma i punti di interruzione sono generalmente personalizzabili con i SCSS. La griglia di UIkit è radicalmente diversa ed è frammentata in tre componenti: griglia, flex e larghezza. A partire con il componente “griglia”, è possibile creare il numero di colonne desiderato.

Ci sono molte altre caratteristiche differenziano questi tre popolari responsive design framework. La cosa fondamentale per individuare quello più adatto alle proprie esigenze è partire sempre dall’analisi preliminare del progetto che intendete realizzare. In base alle caratteristiche e alle funzionalità da implementare sceglierete il framework più idoneo per farlo. Vi invitiamo dunque ad approfondire l’argomento, perchè lo studio e l’aggiornamento è parte integrante del lavoro di un developer freelancer. Quindi, buono studio e alla prossima!

Ti potrebbero interessare