Sviluppo Web

L’importanza di ottimizzare le immagini in WordPress

immagini wordpress

Oggigiorno, se il tuo sito non è veloce e prestante è come se non esistesse.

La velocità, infatti, è uno dei parametri fondamentali per una buona visibilità sul web.

Una pagina web che si carica lentamente sarà letta da un numero di persone inferiore rispetto a quello di una pagina veloce e in grado di offrire contenuti quasi istantaneamente alla richiesta dell’utente.

I fattori che incidono sulla velocità e le prestazioni di una pagina sono diversi. Tra questi l’ottimizzazione delle immagini è sicuramente uno dei più importanti.

In questo articolo chiariremo in particolare l’importanza di ottimizzare le immagini in WordPress fornendoti al contempo anche alcuni consigli pratici su come migliorare le prestazioni del tuo sito.

immagini WordPress3 in particolare sono i motivi per cui le immagini possono inficiare le prestazioni del tuo sito:

1) Sono troppo grandi
2) Sono troppe
3) Si caricano contemporaneamente agli altri contenuti

Agendo su questi 3 fattori è possibile diminuire drasticamente il tempo di caricamento di una pagina.

Prima di agire su di essi e migliorare le performance del tuo sito, ti consigliamo di effettuare dei test di velocità. Pingdom, Gtmetrix e Google PageSpeed Insight sono ad oggi gli strumenti più utilizzati per verificare i tempi di caricamento di una pagina o di un sito web. Ti invitiamo a provarli tutti e tre in modo da avere un quadro completo sui motivi che possono rallentare il tuo sito.

 

Ottimizzare immagini WordPress: alcune azioni concrete

Ma in questo articolo, come già anticipato, desideriamo concentrarci sull’importanza di ottimizzare le immagini in WordPress e su come farlo.

Ci sono diverse cose che puoi fare in tal senso:

1) dotare il tuo sito di un buon plugin di caching. WP Super Cache, W3 Total Cache, WP Super Cache sono i plugin WordPress per la cache più utilizzati.
2) Utilizzare un servizio di CDN (come Cloudfare) in modo da ridurre la distanza tra copia del sito su server e utente finale.
3) Effettuare una compressione GZIP delle immagini. È una funzionalità già presente in molti plugin di caching. Ma puoi anche sfruttare il file .htaccess.

Logicamente puoi (e devi) intervenire anche manualmente sulle immagini WordPress in modo da ottimizzarle già prima di caricarle sul server. Come? Ad esempio riducendone le dimensioni a seconda delle tue reali necessità, optando per formati lossly e leggeri come jpg e WebP ed effettuando una prima compressione manuale.

Insomma le cose che puoi fare per ottimizzare le immagini WordPress sono diverse. Prova a mettere in atto questi semplici consigli e vedrai, il tuo sito ti “ringrazierà”.

Ti potrebbero interessare