Guide Clienti

Nuovo nome dominio: quanto può costare registrare un .com

nome dominio

Tempo fa abbiamo scritto un post con i 5 consigli per scegliere il nome per una attività o un nuovo prodotto in funzione di una registrazione come indirizzo web (es. “com”). Ripetiamo spesso come i contest creativi di Starbytes permettano di ottenere centinaia di nomi tra cui scegliere, ed ecco perchè è importante verificare sempre la disponibilità dei domini gratuiti prima di scegliere il proprio nome con cui si vuole posizionarsi online.

Nuovo nome dominio: quanto può costare

Per registrare un dominio con una estensione .com, .it, .eu ecc… possono essere sufficienti da poche decine a qualche milione di euro: non stiamo esagerando.
Per verificare se il nuovo nome dell’azienda può essere liberamente registrato (es. “www. nome dominio .it“) infatti non basta aprire Explorer, digitare nella barra degli indirizzi il nuovo nome dominio desiderato e controllare se la pagina di atterraggio è vuota o restituisce un messaggio di errore. Anche perchè, se così non fosse, un ottimo dominio (dal punto di vista dell’indicizzazione) come lamiabanca.com che risulta “vuoto” (pagina di errore) non costerebbe tra i 450.000 e 500.000 euro (ovviamente si tratta di una stima da negoziare, ma difficilmente si riuscirà ad aggiudicarsi il dominio per 50 euro).

Nuovo nome dominio: evitare i prezzi pazzi

Ci sono diversi esempi di domini in vendita oppure venduti “a peso d’oro” e riguardano diverse categorie merceologiche. Nel gioco d’azzardo ad esempio il dominio Poker.org è stato venduto per 1 milione di dollari. Rimanendo in Italia il dominio preventivo.it è stato venduto per 43.560 euro (niente male), poco meno di assicurazioneauto.it pagato 55.000 euro.

Ovviamente non tutte le startup che scelgono un nuovo nome hanno a disposizione questi capitali (da investire SOLO sul nome dominio).
Per questo diciamo che, in fase di scelta di un nuovo nome, bisogna sempre controllare attentamente la disponibilità e i dati del nome dominio scelto su siti come Aruba, Register oppure il più pratico domaintyper che permette di controllare rapidamente quale e quanti estensioni sono libere (es. com .it ecc…). Se il nome scelto risulta “libero” si potrà procedere con la registrazione seguendo le istruzioni dei diversi siti (es. Register) spendendo poche decine di euro per ogni estensione (es. .com, .it ecc…).

Aprendo un contest creativo su Starbytes per trovare il nuovo nome si ricevono centinaia di proposte ma queste vanno comunque controllate e, fin dall’inizio, si ha la possibilità di indicare se i domini .com .it o altri devono essere liberamente registrabili indicando così che si è disposti a spedere pochi euro e non qualche migliaio di euro per il quello che sarà il vostro “www. nuovo nome dominio .com“.

Nuovo nome dominio: il più caro di sempre

Chiudiamo con una curiosità, ovvero il dominio più caro di sempre. Pagato una cifra intorno ai 13 milioni di dollari, si conferma il dominio più costoso di sempre (e forse anche il più travagliato visto che la sua storia è costellata di tribunali, furti e passaggi di proprietà): ovviamente non poteva che essere sex.com.

nome dominio

Ti potrebbero interessare