Naming

Nomi società: dall’idea alla registrazione del marchio

nomi società

Quando si crea una nuova società, una nuova azienda o un nuovo prodotto c’è un’interrogativo ancora più grande del definire il business plan: trovare il nome della società e, in questo senso, la soluzione dei contest creativi, categoria “nomi società“, può rappresentare l’ultima soluzione per mettere d’accordo tutti i soci e arrivare alla fase di registrazione del marchio.

Chi ha fondato una società si sarà infatti trovato nella posizione di dover decidere il nome e quando le iniziali dei fondatori affiancate non hanno un bel suono oppure ci si accorge che il nome pensato è già utilizzato da altre 10 aziende sul web si va su Google e si cerca “nomi società” nella speranza di trovare una soluzione “illuminante” prima di procedere con la registrazione del marchio.

Nomi società: dall’idea alla registrazione del marchio

Alcuni dei vincoli per da tenere presente quando si valutano i diversi nomi società li abbiamo elencati in altri post, ma se lo scopo della società è quella di diventare un brand, ovvero un “marchio“, ci sono 3 requisiti essenziali affinche questo marchio sia tutelabile:

Originalità – inteso come termine “distintivo”, non possono infatti essere utilizzati nomi o definizioni del prodotto o del servizio o la loro figura generica, descrizioni delle sue caratteristiche o di uso comune (esempio, non si può chiamare “Il buon prosciutto” una nuova marca di prosciutti).

Novità – il nome scelto non deve essere stato usato in precedenza come marchio, ditta o insegna per prodotti o servizi identici o simili a quelli per cui se ne richiede la registrazione (vale un discorso a parte per i cosidetti “marchi noti”, ovvero non si può comunque chiamare una agenzia viaggi “Coca-Cola Viaggi“).

Liceità – il marchio scelto non deve contenere elementi contrari alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume (qui ci sembra banale fare esempi).

Il marchio risulta nullo se manca di uno dei requisiti qui elencati. In Italia la registrazione del marchio è disciplinata dal Codice della proprietà industriale (decreto legislativo n. 30 del 10 febbraio 2005) di cui abbiamo riportiamo alcuni estratti a beneficio di chi ha già fatto centinaia di ricerche di “nomi società” e vuole essere sicuro di arrivare alla registrazione del marchio senza grosse problematiche.

Ovviamente è possibile appoggiarsi a studi legali specializzati nella registrazione del marchio, ma se tra i vari nomi società che vi sono venuti in mente non c’è ancora quello “perfetto” con i contest creativi su Starbytes è possibile ricevere centinaia di proposte di nome tra cui scegliere. Speriamo che siano abbastanza per mettere d’accordo tutti i soci.

Per scoprire come pubblicare un naming contest in 3 passaggi clicca qui.
Dopo la scelta del nome sarà possibile aprire un logo contest, ma andiamo per gradi.

Buona sceltanomi società

Ti potrebbero interessare