Naming

Nome per azienda: come sceglierlo

nome per azienda

Scegliere il nome per un’azienda non è mai banale: si tratta della scelta più importante per una startup. Identificare il proprio business e il proprio successo con un nome che accompagnerà l’azienda per il resto della propria storia è un passo fondamentale per entrare con il piede giusto nel mercato di riferimento.

Nomi di successo: un po’ di storia…

Sapevi che il nome “Apple” fu concepito mentre Steve Jobs stava potando un albero di mele nell’orto di un amico? Secondo la recente biografia di Steve Jobs, Apple Computer poteva essere semplicemente chiamata Personal Computing International. Chissà se con quel nome avrebbe avuto lo stesso “iconico” successo.

Il nome “Apple” così come “Virgin” non sono immediatamente intuitivi perché evocano un qualcosa che l’azienda non rappresenta in modo univoco: per questo motivo sono anche nomi aziendali “rischiosi”.

Pensandoci su, il nome “Virgin” ha una connotazione negativa, soprattutto se utilizzata da una compagnia aerea: nuova, non testata, giovane… Tali potrebbero essere le motivazioni addotte da chi deciderebbe di scartare tale opzione come valida. Quelli con una visione differente potrebbero dire esattamente il contrario, che essa cattura perfettamente lo spirito di freschezza, novità di chi si inserisce in un mercato dominato da monotonia e mediocrità. Quando pensi ad un modo positivo per creare riconoscimento in un mercato – sia esso quello aereo o meno – “Virgin” ha sicuramente portato novità, freschezza, energia e giovinezza.

In questo caso il successo dell’operazione si ha nella mente del consumatore, a patto di  creare il giusto collegamento tra il nome dell’azienda ed il suo posizionamento.

Cosa considerare per un nome di successo.

Ci sono molte variabili che vanno a determinare il giusto nome per un’azienda o un prodotto: di che settore industriale stiamo parlando? deve essere descrittivo? che personalità ha l’azienda? ci sono regolamenti o considerazioni di tipo legale alle quali occorre conformarsi? Queste sono solo alcune delle domande che devono essere considerate quando stai decidendo un nome per un cliente. Abbiamo provato a riassumere cosa dovrebbe avere un nome vincente:

  1. Semplice e facile da pronunciare
  2. Distintivo
  3. Evocativo
  4. Completo (grazie al pay-off)
  5. Internazionale
  6. Duraturo
  7. In linea con l’immagine aziendale
  8. Accattivante
La ricerca del nome per azienda perfetto

La verità è che un nome può arrivare da qualsiasi parte ed in qualunque momento.  Puoi dare il nome alla tua azienda in 5 secondi; in tal caso, però, lascerai da parte i risultati di una ricerca esaustiva dei nomi ovvi, banali e magari precedenti ispirazioni.

Nel processo di ricerca del nome corretto per un brand occorre seguire varie strade. Si cercano nomi funzionali che sono meramente descrittivi di cosa l’azienda produce o vende, nomi ibridi composti da due o più parole, nomi evocativi come quelli prima menzionati e molti altri tipi di nomi per esplorare tutte le opzioni. La quantità di nomi generati non può essere sottostimata, anzi, si rivela un punto cruciale.  E’ il momento in cui un creativo/copy professionista dimostra il valore aggiunto del suo lavoro. Trovare il nome per azienda perfetto è solo una parte del lavoro ma secondo noi più complessa rispetto al generare opzioni diverse. Ordinare e filtrare i nomi trovati per selezionarne i migliori richiede esperienza, competenze e un’analisi oggettiva. L’analisi soggettiva non dovrebbe influenzare tale processo.  “Non mi piace” o “Questo mi ricorda…” non sono parametri pertinenti in questa fase e non rappresentativi di ciò che il target audience potrebbe sperimentare. Lo scopo è arrivare ad un qualcosa che risuona nel mercato di riferimento ed è a supporto degli obiettivi dell’azienda.

Prima di scegliere un nome… tante domande a cui rispondere.

Prima di cercare un nome di un’azienda è opportuno innanzitutto fare una ricerca estensiva all’interno del mercato in cui essa è inserita, riguardo la sua organizzazione e i suoi competitors.  A partire da questo è possibile lavorare sulla generazione di nomi e alla successiva selezione: Suona bene quando viene pronunciato? E’ facile da pronunciare? E’ facile da scrivere?

Altre domande che occorre porsi: che significato ha? Quanti altri significati ha e quanto importanti sono? Quanto è distintivo nel settore di riferimento e rispetto ai competitors? Quanto è carico di energia? E’ istituzionale e impersonale o genuino e caldo?

In ultimo, ma ormai fondamentale: il nome è un dominio internet disponibile? Unicamente nel paese di origine o anche all’estero? E’ un nome adatto a diventare un URL?

Steve Jobs aveva visto così lontano quando scelse il nome per la sua azienda? Quello che è sicuro è che fece la scelta giusta e che l’alchimia che è riuscito a creare tra prodotti, utenti e vision ha portato la sua azienda ad assumere uno status quasi mistico.

Hai le idee più chiare? Speriamo di sì. Se così non fosse puoi sempre farti aiutare dai copywriter della community di Starbytes. Potrai aprire un contest per il tuo nuovo nome per azienda e riceverai centinaia di proposte in pochi giorni tra cui scegliere.

[author]

[one text_align=”text-center” name=”button-divider”][button link=”http://www.starbytes.it/starbytes/project/wizard/step1.action” color=”blue” size=”large”]Pubblica un progetto[/button][/one]

Ti potrebbero interessare