Vita da Freelance

I migliori freelance su Starbytes: Giuseppe Graziano

nukeweb

Siamo felici di proporre questa intervista che svela alcuni particolari e retroscena di nukeweb, alias Giuseppe Graziano: creativo ormai “storico” di Starbytes che può vantare dei trascorsi e diverse vittorie sul sito. Ci fa piacere in quanto, come ammette lui stesso, c’è voluto un pò di tempo per “prendere le misure” e non è proprio stato “amore a prima vista” con Starbytes, ma crediamo che la sua esperienza sia utile per tutti coloro che si avvicinano al mondo dei contest, inevitabilmente diversi dalla realtà off-line.

Le sue recenti vittorie sono frutto della perseveranza e testimoniano anche il fatto che non è sempre immediato “comprendere” come agire in modo profittevole nei contest. Quindi dialogo, disponibilità e sopratutto pazienza sono gli ingredienti essenziali per approcciarsi ai contest creativi, ovviamente il talento e l’esperienza aiutano, ma vediamo le risposte di nukeweb alle nostre domande.

I migliori freelance su Starbytes: Giuseppe Graziano

Come hai iniziato a lavorare nel web e graphic design e da quanto tempo lo fai?
Nonostante questo fosse un mondo che mi affascinava da tempo ci sono entrato completamente solo nel 2011, o meglio, prima di questa data facevo qualcosina. Essendo che ho sempre amato la grafica e la programmazione, tre anni fa mi sono buttato interamente in esso, cercando di imparare il più possibile.

Lavori in team o da solo?
Amo lavorare sia in team che da solo, quando lavoro in team pretendo sempre il 100% dalle persone che mi circondano. Essendo una persona molto pignola sul lavoro voglio che le cose vengono fatte bene e velocemente.

Quali sono i tuoi punti forti?
Il mio punto di forza principale è non mollare mai, finché un lavoro non sia concluso nel migliore dei modi! Anche se devo lavorare ad un progetto tutti i giorni 20h al giorno lo faccio perché odio i ritardi. Le restanti 4 ore sono per il riposo.
Un altro collegato al primo in realtà, è la determinazione, se credo in un progetto mi butto anima e corpo in esso.
Un altro ancora è l’essere sempre aggiornato, è la curiosità, è la voglia di imparare sempre nuove cose.
L’ultimo che mi viene in mente, per alcuni viene visto anche come un mio difetto, è proprio l’essere pignolo, mi piace curare un mio lavoro nei minimi  particolari, curando in dettaglio anche delle sottili rifiniture che potrebbero passare inosservate.

Descrivici una tua tipica giornata di lavoro.
La mia giornata di lavoro è frenetica, inizia verso le 7:00. Lavoro a delle commissioni che ricevo da vari studi di grafica, presento nuovi progetti su Starbytes e lavoro ad un mio CMS che spero di pubblicare quest’anno. In pratica non sono mai fermo sia con le mani che con la mente.
Ovviamente la mia giornata finisce quando ho concluso tutte le commissioni del giorno, non ho un orario fisso “di chiusura”.

Dove prendi ispirazione per i tuoi progetti?
Io prendo spunto da tutto, dalla mia fidanzata “SANTA DONNA”, dai miei nipoti, piante, animali, graffiti, in pratica prendo spunto dal mondo che mi circonda.

Ci puoi far vedere i tuoi migliori progetti e le tecnologie utilizzate?
Le mie tecnologie? Foglio e matita… e una tavola grafica Wacom Intuos.
Realizzo sempre i miei progetti prima su carta e poi adopero la tavola grafica per riportarli in vettoriale.

Perché per un’azienda è fondamentale avere una bella immagine coordinata?
Oggi giorno la comunicazione è più visiva che verbale, un buon marchio e una buona grafica su biglietti da visita, carta intesta ecc… ed un buon sito aiuta una azienda a crescere.
Io sono il primo che se una azienda si presenta con un sito anni 90, biglietto da visita scarno non mi affiderò mai a quella ditta, poiché anche l’occhio vuole la sua parte.

Come hai conosciuto Starbytes e perché hai iniziato ad usarlo?
Un mio amico mi parlò di Starbytes, e mi invito ad iscrivermi. Sono rimasto su questa piattaforma perché mi ha aiutato a crescere in questo mondo, a confrontarmi con altri grafici ed a prendere ogni contest come una gara con me stesso, ma senza prendermela quando perdevo un contest: “E ne ho persi molti”. Ogni contest perso mi aiutava e mi aiuta a capire il mio errore.

Quali sono i benefici che ne hai avuto?
Come ho detto prima Starbytes mi ha fatto crescere, capire dove sbagliavo e migliorare. Non mi ritengo bravo, ma solo uno che ama migliorare e questo è possibile poiché ogni giorno mi confronto con persone molto competenti in questo campo come Anderson74, bip78, cdesign, SPF ecc…

Alla luce dei tuoi successi sul sito, cosa consigli ai tuoi colleghi su Starbytes per riuscire a migliorarsi?
Appena iscritto su Starbytes mi sono recato in una direzione totalmente sbagliata, quella direzione mi portava a prendere spunto o presentare proposte quasi simili a quelle più votate. Questo non mi ha portato da nessuna parte al di fuori di essere richiamato da Starbytes: ho avuto grandi richiami ma quei richiami sono serviti a farmi riflettere, a farmi capire dove sbagliavo ed a migliorarmi.
Io nel mio piccolo posso solo dire di creare cose vostre, solo cosi crescerete e quando avrete vinto potrete dire di aver vinto dietro l’ombra di nessuno.

Grazie Giuseppe per la disponibilità e la “schiettezza” nel raccontare i “trascorsi” su Starbytes (che confermiamo). Riportiamo di seguito una gallery con i migliori lavori risultati “vincenti” su Starbytes selezionati direttamente da nukeweb.

Buona visione

nukeweb (1) nukeweb (2) nukeweb (3) nukeweb (4) nukeweb (5) nukeweb (6) nukeweb (7)

Ti potrebbero interessare