Web Marketing

Marketing plan di un ristorante: principi di base

marketing plan ristorante

Se gestisci un ristorante oppure sei un marketer con almeno un ristoratore tra i tuoi clienti, allora dovresti continuare a leggere questo articolo, perché troverai le informazioni che stiamo per darti davvero molto utili.

Quella che stai per leggere, infatti, è una piccola guida sui principi fondanti di un marketing plan di un ristorante.

Cosa semplice a dirsi, un po’ più complicato a farsi. Ma è per questo che abbiamo deciso di scrivere questo articolo molto specifico e focalizzato.

 

Come costruire il marketing plan di un ristorante

I principi “chiave” per dar vita al marketing plan di un ristorante sono:

  • avere sempre uno schema di azione da seguire;
  • essere in grado di concentrare sforzi ed energie sulle idee “giuste”;
  • tenere traccia di ciò che succede, imparando dagli errori e facendo tue le cose positive;

In realtà questi principi sono validi per qualsiasi piano di marketing di successo.

Ma come si applicano questi principi? Scendiamo più nel dettaglio.

marketing plan ristoranteInnanzitutto fare un marketing plan non significa confidare nell’ispirazione e nella forza delle idee. Non si tratta insomma di trovare nuove idee, ma di selezionare quelle già esistenti adattandole ai propri obiettivi. Bisogna tenere sempre in considerazione che una strategia può essere efficace per un ristorante, ma assolutamente controproducente per un altro. Inoltre è fondamentale focalizzarsi e lavorare sui punti di forza analizzando continuamente i dati, nella consapevolezza che il marketing non è una scienza esatta, ma un continuo work in progress in cui i fallimenti sono la base del futuro successo.

Ci sono 3 domande preliminari a cui un marketing plan di un ristorante non può assolutamente sottrarsi:

Qual è l’obiettivo? Occorre essere molto precisi e allo stesso tempo realistici nella definizione dell’obiettivo primario da raggiungere. Ad esempio vuoi aumentare del 20% il numero di coperti settimanali? Oppure aumentare la spesa per cliente del 5%? O ancora incrementare del 40% il fatturato dei pranzi nei giorni feriali? Come puoi ben capire si tratta di obiettivi molto diversi tra loro che implicano strategie differenti. Per cui devi essere molto chiaro e preciso su ciò che vuoi realisticamente ottenere.

Chi sono i clienti del tuo ristorante? Questa è una domanda che nel caso del marketing plan di un ristorante risulta fondamentale nella definizione della strategia comunicative da seguire. È infatti abbastanza normale che i clienti possano essere di diverso tipo, con diversi “desideri” da soddisfare. Non puoi quindi comunicare allo stesso modo con tutti. Devi segmentare la tua clientela in nicchie e per ognuna di essere delineare la cosiddetta buyer persona, ovvero il profilo di cliente ideale.

Chi sei tu? Qual è l’identità del tuo ristorante? Dopo aver definito il tuo obiettivo, segmentato e “disegnato” il tuo pubblico, devi creare un’identità chiara e appetibile per il tuo ristorante. Per farlo occorre capire quale posizione vuoi occupare sul mercato con il tuo brand che vuol dire individuare i punti di forza della tua offerta rispetto a ciò che i tuoi clienti chiedono e desiderano e in rapporto con la concorrenza. Devi insomma riuscire a delineare un’identità costruita su una base differenziante e allo stesso appetibile per i tuoi clienti.

Quella appena delineata è una fase di preparazione del marketing plan davvero molto importante e a cui devi sempre far riferimento nell’implementazione della tua strategia. La cosa migliore da fare a questo punto, è affidarti a marketer esperti e navigati (come quelli che puoi trovare su Starbytes) che in base alle tue indicazioni sapranno creare la giusta strategy per il tuo business della ristorazione.

Ti potrebbero interessare