Sviluppo Web

Come l’interfaccia vocale sta cambiando il nostro futuro

interfaccia vocale

Le tecnologie che fanno uso della voce come strumento di accesso a contenuti e servizi stanno diventando sempre più veloci, intelligenti e alla portata di tutti. Tutti i grandi colossi IT infatti stanno investendo nello sviluppo dell’interfaccia vocale: da Apple con Siri ad Amazon con Alexa, da Google con Assistant a Microsoft con Cortana, tutti stanno investendo in questo particolare ramo informatico. I progressi compiuti nell’ambito dell’intelligenza artificiale e del clouding hanno dato modo di sviluppare macchine capaci di accumulare informazioni sempre più dettagliate sugli utenti. Ma come la tecnologia vocale cambierà la nostra vita? E in particolare quella delle nuove “industrie”?

5 settori che cambieranno con le nuove tecnologie di interfaccia vocale

interfaccia vocale

I servizi di customer care e assistenza clienti saranno i primi a risentire dello sviluppo di questa tecnologia. Cosa succederà infatti nel momento in cui l’interfaccia vocale abbinata ai bot riuscirà a superare l’efficacia e l’efficienza degli assistenti “umani”? La chiave del successo sarà legata alla possibilità di creare macchine non solo intelligenti, ma persino simpatiche. Può sembrare fantascienza, ma la verità è che questa tecnologia può alterare radicalmente il modo in cui la società funziona.

I progressi della tecnologia vocale e dell’AI renderanno le nostre automobili non solo più futuristiche ma anche più sicure da guidare. L’interfaccia vocale infatti consente al conducente di attivare funzionalità e opzioni di guida senza togliere gli occhi dalla strada. Gli assistenti vocali hanno anche il potenziale per farci compagnia durante il viaggio. Come Kit, l’auto parlante del famoso telefilm Supercar. Sono sempre di più le startup che stanno investendo nel settore delle automazioni per l’automobile.

Avrete probabilmente già sentito parlare di Internet of Things, ovvero di una realtà quotidiana fatta di oggetti e dispositivi tra loro interconnessi che comunicano tra loro in modo del tutto automatico e senza l’intervento dell’uomo. Questa connettività è fondamentale per lo sviluppo delle case “intelligenti” in cui i dispositivi domestici sono tutti collegati tra loro e controllati dalla voce dell’utente. Come per le automobili intelligenti, ciò che spingerà i consumatori ad adottare questa tecnologia sarà la facilità d’uso dell’interfaccia. La chiave del successo in questo settore è rendere la vita più facile e non più complicata.

La ricerca vocale è il futuro del marketing digitale e in particolare della SEO. Le dinamiche sottese alle ricerche basate sulla voce, tuttavia, sono del tutto differenti rispetto a quelle di tipo testuale. Ad esempio, se di solito digitiamo “ristorante pesce roma”, quando utilizziamo il dispositivo vocale molto probabilmente chiederemo “dove posso trovare un ristorante di pesce a Roma?”. Le aziende che fanno SEO pertanto dovranno adattare le loro strategie a chiavi di ricerca conversazionali e così i costruttori di interfacce e dispositivi dovranno sviluppare tecnologie in grado di “accoglierle”.

Un altro settore che risentirà del potere “distruttivo” delle tecnologie a interfaccia vocale collegate a Internet è sicuramente quello delle traduzioni. Negli ultimi anni Google Translate ha aperto la strada a funzionalità avanzate che prevedono anche la possibilità di utilizzare la voce umana. L’umanizzazione dei bot di traduzione porterà ad affinare ulteriormente questa tecnologia mettendo a rischio numerosi posti di lavoro. Provate inoltre a immaginare come tutto ciò può essere applicato ai nuovi dispositivi wearable. Gli scenari che si aprono all’orizzonte sono a dir poco interessanti.

Ti potrebbero interessare