La guida delle guide Instagram

La guida delle guide Instagram La guida delle guide Instagram [Credits by Freepik]

Le guide Instagram sono state senza dubbio una delle novità più interessanti apparse sul social di Zuckerberg negli ultimi mesi.

Dopo averle fatte testare da un ristretto numero di utenti e creator, il “social delle immagini” ha deciso di allargare a tutti la possibilità di usufruire di questa interessante novità.

Vediamo qui in dettaglio come funzionano e soprattutto come possono essere utili per aziende e influencer.

 

Come sono nate le guide Instagram

È interessante prima di tutto ripercorrere come sono nate le guide Instagram.

Tutto è iniziato infatti la scorsa primavera con il primo lockdown da Covid-19.

Un numero selezionato di organizzazione e figure esperte furono invitate dalla piattaforma a condividere raccomandazioni e consigli per riuscire a superare (o quantomeno a mitigare) le difficoltà psicologiche derivanti dalla quarantena.

Stiamo parlando di brand come Headspace che ormai da anni sono leader nel settore del benessere personale e della meditazione.

Di lì il passo alla diffusione planetaria di questa funzionalità è stato breve.

Cosa sono in sostanza e come si creano?

Ma in che cosa consistono esattamente le guide Instagram?

Si tratta semplicemente di raccolte di post, video, luoghi e prodotti già pubblicati che possono essere editate a mo’ di tutorial su uno specifico argomento. È possibile cliccare sul singolo contenuto e essere reindirizzati al post originale, ma anche condividere l’intera guida nelle storie o inviarla in DM.

Per creare una guida è sufficiente cliccare sul pulsante + in alto a destra nella pagina del vostro profilo.

Dopo aver selezionato la voce “Guide” vi verrà chiesto che tipo di guida volete creare: luoghi, prodotti o post.

La guide Instragram dei luoghi possono essere molto interessanti: è possibile ad esempio creare una guida con post di persone che si sono registrate in uno specifico luogo.

Questo può essere utile ad esempio per attività locali come palestre e ristoranti che possono così creare raccolte con i post dei loro clienti.

Oppure per un travel blogger possono essere utili per realizzare piccoli vademecum turistici riferiti a una particolare città o Paese.

Le guide dei prodotti invece permettono di creare bellissimi showcase tematici con i prodotti pubblicati nella sezione Shop. Una sorta di vetrina tematica, in pratica.

Infine è possibile realizzare guide con i post pubblicati in modo da creare raccolte a tema coerenti. Questo può essere utile ad esempio per realizzare dei veri e propri tutorial pratici.

Insomma come avete intuito le guide Instagram sono davvero un bello strumento, semplice da usare e soprattutto utile per presentare i propri contenuti in maniera coerente.

Non vi rimane che provare!

Ti potrebbero interessare