Vita da Freelance

Groupware tools: strumenti di collaborazione tra designer freelancer

groupware tools

La collaborazione tra liberi pofessionisti e freelancer creativi è una pratica e una modalità di lavoro sempre più diffusa. Lo sviluppo delle tecnologie di Rete in particolare ha reso possibile la comunicazione e il dialogo a distanza tra professionalità diverse ma al tempo stesso complementari. Si tratta di un metodo di lavoro da remoto che presenta indubbiamente numerosi vantaggi, in particolare dal punto di vista dell’ottimizzazione dei tempi e dei costi di realizzazione. I groupware tools altro non sono che software collaborativi che danno la possibilità di cooperare a distanza e creare piccole reti online di professionisti.

Non solo groupware tools, anche buone regole

Sebbene siano di grande aiuto, i groupware tools da soli non sono sufficienti per creare un team di freelance coeso ed efficiente, ma occorre altresì seguire alcune regole di fondamentale importanza per instaurare un buon clima collaborativo. Innanzitutto devono essere chiariti e rispettati i ruoli e le competenze all’interno del team; le responsabilità individuali devono essere esplicitate prima di iniziare la collaborazione; prima di prendere una decisione collettiva occorre capire secondo quale logica e quale metodo deve essere presa; gli obiettivi del team devono essere prima esplicitati e poi regolarmente monitorati; l’utilizzo di strumenti e tool deve rispondere a specifiche esigenze progettuali e/o realizzative.

4 groupware tools per collaborazioni a distanza tra liberi professionisti

Quelli elencati qui di seguito sono alcuni groupware tools che potete utilizzare liberamente per collaborazioni a distanza con i vostri colleghi.

Wake è un eccellente tool collaborativo che può essere adottato tra i membri di un team per scambiarsi informazioni e contenuti a distanza e vedere in tempo reale cosa stanno facendo e su cosa stanno lavorando gli altri colleghi.

InVision è uno dei groupware tools più completi perchè consente di gestire e condividere interi flussi di lavoro in maniera davvero molto semplice e intuitiva. Si tratta molto probabilmente del software collaborativo più utilizzato dai team all’interno delle grandi aziende.

groupware tools

Active Collab è un’altra potente applicazione per la collaborazione a distanza su cloud. Sono già 200 mila i professionisti iscritti a questa piattaforma, ideale sia per gruppi di lavoro interni alle aziende che per creare network di freelance.

Paymo è pensato per team che si costituiscono interno a piccoli business e fornisce un pacchetto di strumenti sumisura per l’ideazione e la realizzazione di piccoli progetti di design.

software collaborativo

Ti potrebbero interessare