Vita da Freelance

Buone pratiche per gestire le riunioni online

gestire riunioni online

La pandemia da COVID-19 ha prodotto nel corso degli ultimi mesi enormi stravolgimenti nella vita delle persone sotto differenti punti di vista.

In particolare abbiamo assistito a un vero e proprio boom dello smart working (o remote working che dir si voglia) e con esso di web conference e meeting virtuali, come testimonia il successo incredibile di app come ZOOM.

Ma per un manager o un imprenditore passare da una dimensione prevalentemente offline a una completamente (o quasi) online non è stato semplice.

Riuscire a gestire le riunioni online con successo, ad esempio, non è cosa per tutti scontata se non si è abituati a farlo.

Per questo ci teniamo a darvi qualche utile consiglio a riguardo.

4 tips per gestire le riunioni online al meglio

Le probabilità che si verifichi un contrattempo quando si comunica via video conference sono molto alte. Per questo è fondamentale fare in modo che chi deve entrare in collegamento si prepari per tempo in modo che tutti si colleghino nelle stesso momento senza problemi.

gestire riunioni onlineConverrete che l’interazione da remoto è assai differente rispetto agli incontri dal vivo. Gestire le riunioni online con successo significa anche ammettere e consentire un certo grado di flessibilà nei comportamenti dei partecipanti. Ovvio, non bisogna esagerare dalla parte opposta, ma chi conduce il meeting non può e non deve comportarsi in modo dittatoriale.

Essere flessibili va bene, ma facendo attenzione a mantenere alto il livello di coinvolgimento dei partecipanti. Distrarsi in questi casi è molto facile in effetti. Ma un modo efficace per tenere tutti sul pezzo è quello di chiedere un giro di opinioni e commenti ogni tot su ciò di cui si sta discutendo. In questo modo tutti si sentiranno coinvolti e “costretti” a mantenere alta l’attenzione.

Il punto precedente si collega anche alla necessità non solo di permettere a tutti di intervenire, ma anche di partecipare attivamente alla discussione. In ogni team ci sono persone più riflessive, timide e taciturne. È importante non farle sentire escluse. Dal vivo è più facile, online invece le cose si complicano e bisogna essere sempre pronti a pungolare i più timorosi.

Bene, questi sono alcuni piccoli suggerimenti che possono tornare utili quando ci si trova a dover gestire le riunioni online. Possono venire in aiuto anche alcuni tool tecnologici come ad esempio KUBI e Immersive Studio a cui vi invitiamo a dare un’occhiata.

Ti potrebbero interessare