Web Design

Corso di UX design? Cosa c’è da imparare dai videogame

corso di UX design videogame

Stai cercando un corso di UX design per imparare a costruire siti web con una user experience ottimale e funzionale agli obiettivi degli utenti?

No, qui non troverai nessun corso, ma certamente un’indicazione che potrà aiutarti nel tuo percorso di apprendimento.

Un’indicazione che forse non ti aspetti e che ti coglierà di sorpresa.

Devi sapere infatti che tutti i web designer, in un modo o nell’altro, sono abituati ad attingere ai progetti altrui non solo per trovare ispirazione, ma anche per prendere spunto da soluzioni e funzionalità a livello di esperienza utente.

Quello che invece forse molti non sanno è che anche dai videogames si può imparare molto in termini di usabilità.

Prosegui nella lettura per scoprire cosa puoi imparare.

 

Quando un videogioco è meglio di qualunque corso di UX design

Per chi ha vissuto gli 80 e 90 da bambino o adolescente la sala giochi era quasi un luogo sacro, un posto in cui potersi rifugiare insieme ai propri amici, lontani dal mondo degli adulti.

Ma non solo, rappresentava anche un portale verso altri mondi, quelli rappresentati nei videogiochi.

Pomeriggi interi passati a giocare a Mortal Kombat, NBA Jam, Out Run, Virtua Fighter e compagnia bella, a immedesimarsi nei loro personaggi e nelle loro storie.

Ma cosa ci teneva davvero “attaccati” a questi mondi?

corso di UX design videogameIl modo in cui erano progettati e costruiti ha certamente influito. Insomma col senno di poi possiamo tranquillamente affermare che non c’era nulla di casuale nel loro successo.

Una regola universale che puoi imparare in qualunque corso di UX design dice che un sistema deve essere leggibile e usabile da chiunque nel più breve tempo possibile.

Non è forse così anche per i videogiochi? Non solo, un buon videogioco deve riuscire prima a catturare l’attenzione e la curiosità del potenziale giocatore, indurlo a introdurre la fatidica monetina e quindi coinvolgerlo in una trama ludica facile da comprendere al primo sguardo.

Anche la user experience è così: un buon sito web ci attrae e ci induce a compiere un’azione offrendoci istruzioni chiare e semplici su come dobbiamo muoverci al suo interno per ottenere le informazioni che ci servono.

Il design stesso, dall’uso delle call to action a quello della tipografia è studiato per favorire l’interazione tra utente e “macchina”. Non devono esserci intoppi, perché il giocatore/utente deve capire in pochi secondi ciò che deve fare.

Molto spesso prima che il giocatore iniziasse la partita veniva mostrata una demo in cui erano presentate velocemente tutte le mosse possibili in modo da guidarlo nel primo approccio con il mondo virtuale nel quale stava entrando.

Insomma, quello dei vecchi videogiochi è un mondo tutto da scoprire e che ha davvero tanto da insegnare a noi web designer.

Qualche partita a PAC-MAN o Mortal Kombat potrebbe valere quanto un corso di UX design…

 

Photo credit: Freepik

Ti potrebbero interessare