8 tipi di contenuti visuali per i social nel 2021

contenuti visuali social

C’è una statistica che tutti i social media creator dovrebbero sempre tenere a mente.

Il 90% delle informazioni che la mente umana processa ogni giorno sono immagini.

La loro fruizione è addirittura 60 mila volte più veloce rispetto alla lettura di un semplice testo.

Ecco spiegato il motivo per cui saper creare contenuti visuali per i social è la cosa più importante che un creator deve essere in grado di fare oggi, nel 2021.

 

Contenuti visuali per social: ecco cosa funziona davvero

E allora vediamo subito, senza indugio, quali sono quelli più efficaci.

Ne abbiamo individuati 8 tipi:

contenuti visuali socialLe immagini che mostrano in maniera chiara dati e informazioni numeriche. I numeri sintetizzano meglio delle parole tendenze e caratteristiche quantitative (e a volte anche qualitative) di un’entità o di un fenomeno.

Anche le infografiche a modo loro sono una modalità di visualizzazione dei dati, ma riescono a combinare questi ultimi con una forma grafica coinvolgente e intuitiva.

I meme sono il più potente strumento di trasmissione del “gene culturale” secondo la teoria del biologo Richard Dawkins. Il loro impatto sulle menti umane può essere devastante. Meme e gif sono la nuova forma di persuasione politica.

Quando vogliamo acquistare un oggetto fisico desideriamo guardarlo e magari toccarlo e rigirarlo tra le mani. Per questo motivo delle belle immagini di prodotto sono sempre apprezzate dagli utenti potenzialmente interessati.

Perché non riutilizzare e quindi ripostare visual di successo? Questa è una delle tecniche più sottovalutate perché spesso si pensa che i vecchi post non possano essere rigenerati. In realtà è esattamente l’opposto e gli stessi social suggeriscono talvolta di farlo.

Un altro tipo di contenuti visuali per i social che funzionano davvero sono gli screenshot. Gli screenshot sono come lo specchio della verità, ci fanno vedere come stanno realmente le cose e quindi hanno un potente effetto persuasivo.

User generated content è un’espressione nata agli albori del web 2.0 quando per la prima volta si rese possibile una comunicazione biunivoca in rete. I contenuti generati dagli utenti, di questo si tratta, hanno la grande capacità di generare principi di identificazione tra gli utenti molto potenti.

Infine tra i contenuti visuali più efficaci per i social non poteva certo mancare il video. Soprattutto per quel che riguarda i personal brand il video rappresenta il content di maggior impatto e pervasività sul web, senza ombra di dubbio. È il modo più genuino che i brand hanno per “metterci la faccia”.

Non rimane che iniziare a testare e provare.

Ti potrebbero interessare