Copywriting, Web Design

Come si fa un blog: errori da evitare

come si fa un blog

Il blog può essere una parte davvero importante del tuo sito. Con esso puoi attirare traffico, convertire lead e diventare una voce credibile e ascoltata nel tuo settore.

Ma per raggiungere questi obiettivi devi assolutamente evitare di compiere alcuni errori capitali. Si tratta di piccoli accorgimenti che però sono in grado di fare la differenza.

Considera che il tempo medio di permanenza su un blog è di circa un minuto. In questi 60 secondi devi essere in grado di catturare l’interesse del lettore e di conseguenza aumentare le probabilità di permanenza sul tuo sito.

Pertanto se vuoi sapere come si fa un blog vincente ti consigliamo di proseguire nella lettura.

9 passi per capire come si fa un blog di successo

come si fa un blog

Una caratteristica davvero fastidiosa di molti blog, anche famosi, è quella che obbliga il lettore cliccare sulla pagina successiva per proseguire nella lettura di un articolo. Perchè farlo? È vero che post troppo lunghi possono essere stancanti, ma è altresì controproducente obbligare l’utente a compiere un’azione. Una buona soluzione è quella di aggiungere un pulsante di “load more” se lo scrolling si preannuncia troppo lungo.

Un altro errore molto comune è quello del carattere e in particolare delle sue dimensioni. Perchè indurre uno sforzo inutile alla lettura con un font più piccolo di 12px? Opta sempre per caratteri semplici, chiari e grandi.

La condivisione spontanea dei tuoi articoli sui social può essere un ottimo modo per dar vita a contenuti virali. Molto spesso però i pulsanti di social sharing non sono implementati nel modo giusto: la maggior parte dei blog li posizionano all’inizio o alla fine dell’articolo, ma la soluzione migliore consiste nel fare in modo che in ogni momento durante la lettura l’utente possa condividere i contenuti che desidera. Da questo punto di vista ottima è la soluzione adottata da Medium.com.

Devi inoltre rendere i tuoi articoli facili da leggere. Testi che si estendono troppo in larghezza fanno perdere il ritmo della lettura. Per questo ti consigliamo di formattare i tuoi post con linee di testo lunghe tra i 50 e 75 caratteri (spazi inclusi). Ma il ritmo è influenzato anche da altri elementi di formattazione come ad esempio la suddivisione in paragrafi brevi (3 o 4 righe di testo) e in sezioni con titoli chiari e distinti, la sottolineatura o l’evidenziazione delle parole più importanti e dei link.

A proposito di link: non fare mai solo collegamenti interni al blog, ma sfrutta anche le risorse che il web mette a disposizione per incrementare la tua credibilità agli occhi dei lettori. A nostro avviso linkare a fonti esterne non è affatto sbagliato, anche se molti SEO la ritengono una pratica controproducente. Noi invece pensiamo che la naturalezza, la trasparenza e la volontà di offrire valore al proprio pubblico siano i veri punti di forza di un blog.

A questo punto aver iniziaro a capire come si fa un blog che aspiri a guadagnare la credibilità dei propri lettori. Ma non trascurare tutti quegli elementi che possono distrarre l’utente dalla lettura come ad esempio le sidebar. Una volta che il lettore è entrato nel post non distrarlo con cose inutili. Elimina le sidebar.

Rendi ben visibili i profili degli autori degli articoli. La conoscenza e la trasparenza sono condizioni fondamentale per essere credibili, quindi non nascondere le notizie riguardanti i blogger che scrivono sul tuo blog. Al contrario crea delle schede biografiche dedicate a cui far puntare i link degli autori.

Dai al lettore un riferimento temporale sulla durata della lettura. Molto spesso gli utenti sono spaventati e abbandonano il blog perchè disincentivati dal non sapere quanto è l’impegno a loro richiesto.

Infine non rendere difficile l’iscrizione alla tua newsletter. I lettori potrebbero essere interessati ad avere notizie in merito ai prossimi articoli che pubblicherai. Pertanto rendi sempre ben visibile il form di iscrizione, ma senza essere troppo invasivo.

Come si fa un blog? Parti dal considerare attentamente queste pratiche. Ti aiuteranno a rendere la tua presenza online più performante e in linea con le esigenze degli utenti attuali.

Ti potrebbero interessare