Sviluppo App

Dove trovare un bravo programmatore app online

programmatore app

Quella di programmatore app per piattaforme iOS e Android è certamente una delle competenze più richieste all’interno delle nuove start up tecnologiche e non solo. Ciò appare del tutto naturale se si considera che oggigiorno gran parte degli accessi alla Rete avviene tramite l’utilizzo di dispositivi mobile come tablet e smartphone. Questo fatto impone a vecchie e nuove aziende di adeguare il proprio core business alle mutate tendenze di consumo online. Da questo punto di vista le applicazioni rappresentano lo strumento ideale mediante il quale il “fare impresa” si interfaccia con l’attuale mondo (o mercato?) dell’iperconnettività.

Programmatore app al servizio di start up e giovani imprenditori

programmatore appAbbiamo deciso di redigere questo breve post prendendo spunto da un articolo apparso sul blog thenextweb.com in cui sono state pubblicate le risposte di alcuni giovani imprenditori di successo alla seguente domanda: quali sono le migliori pratiche di sviluppo app che imprenditori e programmatori non dovrebbero mai ignorare? Si tratta in sostanza di 10 ottimi consigli e suggerimenti utili sia a coloro che desiderano sviluppare un nuovo business mediante l’utilizzo di applicazioni mobile innovative sia al programmatore app professionista iscritto alla community Starbytes che ogni giorno lavora ai job pubblicati sulla nostra piattaforma.

10 consigli utili per programmatore app

1 – Testare è fondamentale. Piattaforme con Artisan consentono sia all’imprenditore che al programmatore di testare l’app realizzata in modo da verificarne il potenziale impatto sul mercato.

2 – Conoscere l’utente. Quando si realizza una nuova applicazione è fondamentale conoscere l’utente finale e le motivazioni profonde che potrebbero spingerlo ad utilizzarla.

3 – Non solo online. C’è chi suggerisce di non pensare a un app come a qualcosa che possa essere utilizzato solo se connessi in Rete. È buona cosa pianificare anche una versione offline.

4 – Semplice design. Sebbene siano sempre di più le persone che utilizzano dispositivi mobile è bene non dare per scontato che tutti sappiano utilizzarlo al meglio. Per questo un bravo programmatore app deve fare della semplicità il proprio credo e il proprio obiettivo.

5 – A ognuno il suo. I modi di utilizzare i sistemi Android e iOS sono assai differenti tra loro. Le due versioni devono essere pensate e ottimizzate per ciascuna famiglia di utenti.

6 – Usare la griglia. Il sistema grid è un concetto di design che se ben implementato può incrementare il livello di usabilità dell’app.

7 – Convergere, sempre. La convergenza multimediale è oggigiorno un obbligo per chiunque voglia apprecciarsi come imprenditore al mondo della Rete.

8 – E’ conveniente per l’utente? Occorre sempre porsi questa domanda quando si sviluppa una nuova app.

9 – Osservare la realtà. Il mondo virtuale è sempre e comunque un derivato della realtà. Sviluppare un’app senza analizzare e prevedere il suo impatto sul reale è l’anticamera dell’insuccesso.

10 – Il più grande errore che un programmatore app può fare è cercare di contenere più funzionalità all’interno di un piccolo schermo. Una buona applicazione fa essenzialmente UNA cosa, ma la fa bene.

Nella speranza che questi consigli possano tornarvi utili vi invitiamo ad aprire un nuovo job di sviluppo per app su Starbytes: entro pochi giorni riceverete decine di proposte dai programmatori iscritti alla piattaforma disposti a lavorare al vostro nuovo progetto.

Ti potrebbero interessare