Sviluppo App, Vita da Freelance

Le migliori app per prendere appunti

app per prendere appunti

Nel mondo iper-informatizzato di oggi è facile venir sovraccaricati di contenuti e informazioni.

In un contesto del genere diventa assai difficile individuare ciò che è realmente importante e poter consolidare le informazioni che riteniamo davvero preziose per noi.

Ma mettere per iscritto è ancora oggi il modo migliore per fermare un pensiero e metabolizzarlo, farlo proprio.

Oltretutto oggiogiorno siamo letteralmente invasi da corsi e webinar di ogni tipo, alcuni anche molto interessanti, per cui seguire tutto diventa davvero impegnativo.

Le app per prendere appunti possono venire in aiuto in questo, offrendo funzionalità avanzate per fissare le informazioni.

 

10 app per prendere appunti

Qui di seguito abbiamo elencato quelle che a nostro avviso sono alcune delle migliori applicazioni con cui oggi è possibile prendere appunti in formato digitale.

app per prendere appuntiUna delle app per prendere appunti più semplici e al tempo stesso potenti sul mercato è sicuramente Notion, piattaforma gratuita che permette non solo di prendere appunti e organizzarli in comode categorie ma anche di condividerli facilmente con il team. Notion mette a disposizione anche comodi template.

Evernote è senza ombra di dubbio una tra le app per prendere appunti più conosciute e diffuse. Il suo punto di forza risiede nell’estrema facilità d’uso, nella possibilità di sincronizzare tutti i device e nella capacità di integrare facilmente diverse applicazioni esterne come ad esempio Drive e Slack.

One-note è l’applicazione per prendere appunti di casa Microsoft. Ciò che la differenzia dagli altri competitor presenti in questo elenco è la sua essenzialità: mette a disposizione poche funzionalità in modo davvero intuitivo che la rendono particolarmente adatta a prendere appunti con velocità.

Poteva mancare in questa lista un’app di Apple? Ovviamente no! Si chiama semplicemente Notes e offre funzionalità davvero basiche. Tuttavia Notes è presente di default su tutti i dispositivi Apple che si sincronizzano tra loro in un batter d’occhio. La pecca di Notes è la solita di tutte le altre applicazioni Apple: non si integra facilmente con piattaforme esterne. Ma se sei un fan della mela, allora non hai bisogno d’altro.

Se lo fa Apple, non può non farlo anche Google, no? L’app per prendere appunti di casa Mountain View si chiama Keep e ti permette di creare e condividere note, liste di note, promemoria e molto altro. Molto utile nella versione mobile la funzionalità vocale, che consente di “appuntare” note a voce con trascrizione testuale automatica.

Altre app per prendere appunti che riteniamo interessanti e che ti consigliamo di valutare con attenzione sono Paper, Grammarly, Typora, Slite e Standard Notes.

È importante testare tutti questi strumenti in modo da trovare quello più adatto alle tue esigenze e a quelle del tuo team.

Ti potrebbero interessare