Sviluppo App, Sviluppo Web

Sito o app e-commerce: qual è la soluzione migliore per vendere online?

app e-commerce

Sito o app e-commerce? Questo è il problema…

Se Amleto fosse stato uno sviluppatore anziché un principe forse si sarebbe chiesto proprio questo.

Scherzi a parte, la domanda posta nel titolo è più che mai pertinente: se dobbiamo vendere prodotti e/o servizi online è preferibile realizzare un sito e-commerce “classico” oppure un’app sviluppata ad hoc.

Un dubbio che trova la sua ragion d’essere nel fatto che al giorno d’oggi la maggior parte degli utenti accede al web e ai suoi servizi attraverso dispositivi di tipo mobile.

Questo significa cercare di individuare la soluzione migliore a livello di usabilità.

 

Sito o app e-commerce? Punti di forza e di debolezza

app e-commerceI siti web per mobile sono consultabili solo attraverso l’accesso alla Rete (cioè in presenza di una connessione attiva), ma non richiedono il download e l’installazione di software.

Le app e-commerce, al contrario, devono essere scaricate e installate ma hanno il vantaggio, non da poco, di poter essere utilizzate anche senza connessione a Internet.

Ma proviamo ad indagare più in profondità per capire pro e contro di entrambe le soluzioni.

Il caricamento di un’app è molto più rapido rispetto a quello di un sito web. L’app inoltre offre una user experience nettamente migliore e più appagante e ha enormi potenzialità di integrazione con i nuovi device dell’IOT. Per di più si è visto che gli utenti passano mediamente più tempo su un’app che su un sito web. Dal lato utente dunque i vantaggi sono enormi ed evidenti.

Lato sviluppatore, invece, le cose si fanno più complicate, perché è molto più semplice creare un sito rispetto a un’app e-commerce. Servono tempo, denaro e bravi sviluppatori in grado non solo di sviluppare differenti versioni della stessa app per IOS e Android, ma anche di rilasciare aggiornamenti frequenti e provvedere alla manutenzione. Insomma, un’app richiede molto più lavoro e conoscenze.

I siti e-commerce di contro sono mediamente facili da sviluppare, sono comunque accessibili dai principali dispositivi mobile (smartphone e tablet), possono sfruttare l’indicizzazione dei motori di ricerca per guadagnare visibilità e possono contare su un rapporto costo-efficienza sicuramente vantaggioso.

Tuttavia non è possibile fare acquisti se il sito non è connesso alla Rete. A ciò si aggiunge anche la lentezza nel caricamento dei contenuti e un livello di usabilità nettamente inferiore rispetto a un’app.

Quindi, in definitiva, meglio sviluppare un sito o un’app e-commerce?

Difficile dirlo in realtà. Una buona soluzione potrebbe essere quella di iniziare dal sito per poi, una volta che il vostro business avrà preso piede, virare verso lo sviluppo di un’app proprietaria. È la teoria dei piccoli passi e funziona sempre.

Ti potrebbero interessare